La Scuola Romana di Fotografia e di Cinema, nell’ambito della propria attività cinematografica, insieme all’ A.Ge – Associazione Genitori Italiani terrà un incontro/lezione ai ragazzi finalizzato alla produzione di un cortometraggio da proiettare in occasione del convegno sull’adolescenza organizzato dall’A.Ge stessa, che si svolgerà ad Orvieto il 12 novembre 2011 presso il Palazzo del Gusto.

L’incontro/lezione avverrà a Orvieto a partire dalle ore 15.00, all’Oratorio San Filippo Neri in via Saracinelli.

Il coordinatore della Scuola di cinema e docente di regia cinematografica Giovanni Bufalini, assieme ai suoi collaboratori, illustrerà ai ragazzi, in questo primo incontro, le varie fasi dello sviluppo del cortometraggio che avrà come argomento l’adolescenza e il ruolo degli educatori durante quel delicato momento della vita che segna il passaggio dall’infanzia alla vita adulta. I ragazzi verranno poi coinvolti nella realizzazione del cortometraggio stesso.

Le associazioni A.Ge. raccolgono gruppi di genitori che, ispirandosi ai valori della Costituzione italiana, alle Dichiarazioni internazionali dei Diritti dell’Uomo e del Fanciullo e all’etica cristiana, intendono partecipare alla vita scolastica e sociale per fare della famiglia un soggetto politicamente attivo e responsabile, perché educare richiede “competenza” e perché associazione vuol dire superamento della solitudine, ricchezza progettuale, forza di intervento, partecipazione democratica, animazione sociale e capacità di incidere. L’A.Ge opera prevalentemente nella formazione dei genitori, negli organismi di partecipazione scolastica, nelle politiche della famiglia, dei media, dell’educazione.

L’A.Ge di Orvieto è nata nella primavera del 2008 dalla volontà di un gruppo di persone che, con ruoli diversi e partecipando a realtà familiari differenti, condividono lo stesso desiderio di collaborare, confrontarsi, scambiare, inventare e realizzare progetti a favore della partecipazione corale ed attiva di tutte le persone, di ogni età, alla vita sociale. La famiglia, nucleo germinativo e base di partenza di ognuno di noi, può tornare ad essere il motore dell’evoluzione sociale positiva, in grado di ispirare i valori umani fondamentali, fornendo occasioni e guida per la loro realizzazione pratica nelle attività quotidiane.

www.age.it